Filastrocca di Capodanno...



Filastrocca di Capodanno
fammi gli auguri per tutto l'anno...

Voglio un gennaio col sole d'aprile
un luglio fresco, un marzo gentile
voglio un giorno senza sera
voglio un mare senza bufera

voglio un pane sempre fresco
sul cipresso il fiore del pesco
che siano amici il gatto e il cane
che diano latte le fontane...

Se voglio troppo, non darmi niente,
dammi una faccia allegra solamente!

{Gianni Rodari}

Lettere d’amore di uomini illustri...

Ludwig Van Beethoven

“Buon giorno 7 Luglio,
a letto i miei pensieri sono già rivolti a te, mia amata immortale, ora lieti, ora di nuovo tristi, nell'attesa che il destino esaudisca i nostri desideri - posso vivere soltanto unito strettamente a te, non altrimenti, sì, ho deciso di errare lontano finché non potrò volare nelle tue braccia e sentirmi perfettamente a casa accanto a te e lasciando che la mia anima, circondata dal tuo essere, entri nel regno degli spiriti - purtroppo così deve essere - ti rassegnerai, tanto più conoscendo la mia fedeltà verso di te, nessuna altra donna potrà mai possedere il mio cuore, mai - mai - O Dio perché doversi allontanare dall'oggetto di tanto amore, la mia vita a V. è ora miserevole - il tuo amore ha fatto di me il più felice e nello stesso tempo il più infelice degli uomini - alla mia età avrei bisogno di vivere in modo uniforme senza scosse - ma è ciò possibile nella nostra situazione? - Angelo mio, mi dicono ora che la posta funziona tutti i giorni - quindi chiudo affinché tu possa ricevere la lettera al più presto - sii calma, solo contemplando con serenità la nostra esistenza potremo raggiungere il nostro scopo di vivere insieme - sii calma - amami - oggi - ieri - Quanta nostalgia, quanto rimpianto di te - di te - dite - mia vita - mio tutto - addio - ti prego continua ad amarmi - non smentire mai il cuore fedelissimo del tuo amato
L.
Eternamente tuo
Eternamente mia
Eternamente nostri”



Napoleone Bonaparte

Mi sveglio colmo di te. Il tuo ritratto e il ricordo dell’inebriante serata di ieri non hanno concesso riposo ai miei sensi.Dolce e incomparabile Josephine, che strano effetto voi fate sul mio cuore! Siete adirata? Siete triste? Siete inquieta? L’animo mi si spezza dal dolore,e non v’è tregua per il vostro amico… Ma ve n’è ancora meno per me quando, consegnandovi al sentimento profondo che mi domina, attingo dalle vostre labbra, dal vostro cuore,la fiamma che mi arde. Questa notte ho capito pienamente che voi non siete il vostro ritratto! Tu parti a mezzogiorno, ti vedrò fra tre ore. Nell’attesa , mio dolce amor, accogli un migliaio di baci; ma non restituirmeli, poiché il mio sangue ne brucerebbe.

B.P ore 7 del mattino – 1795”



John James Preston alias Mr.Big

“Scusa se ho mandato tutto a puttane... ti amerò per sempre"

Ci parliamo da grandi


Prendi ora il più lungo respiro
punta gli occhi nei miei
ci parliamo da grandi davvero
se vuoi...

C'è un dolore che è un viaggio da fare
che come viene andrà
ci soffio ma non può bastare
per ora resta qua... con me

C'è una cura che è fatta di bene
ma il bene cos'è?
e' la fatica di un passo indietro
per fare spazio a te...

Vale una vita quest'istante segreto
che piega tutti e due
che di un silenzio fa un saluto
e da una fa due vie...

Tu vai
tu corri io sto
tu chiedi io do
siamo grandi o no?!

Perchè tutto l'amore che prendi
un giorno lo ridai
quel giorno si diventa grandi
o grandi non si è mai

Tu vai
tu corri io sto
tu hai chiesto io do
siamo grandi o no?!

Tu corri io sto
se la vita lo chiede
siamo grandi o no?!

C'è un cammino che è l'unica scelta
che domani farai
ci parliamo da grandi stavolta
sei pronta allora vai... se vuo

{Eros Ramazzotti - Ci parliamo da grandi}

Non è mai un errore...


Ti guardo per l'ultima volta mentre vado via
Ti ascolto respirare non scatto la fotografia
Non porterò nessuna traccia dentro me
niente che dovrò rimuovere.

Se hai giocato è uguale anche se adesso fa male
Se hai amato era amore, non è mai un errore
Era bello sentirti e tenerti vicino
Anche solo per lo spazio di un mattino.

Ti guardo per l' ultima volta mentre vai via
Ti vedo camminare, è come per magia
non sarai pensieri, non sarai realtà
Sai che bello, sai che felicità...

Se hai sbagliato è uguale anche se adesso fa male
Se hai amato era amore e non è mai un errore
Era bello guardarti e tenerti per mano
O anche solo immaginarti da lontano

E se hai mentito è uguale ora lasciami andare
Ma se hai amato era amore e non è mai un errore
Era bello sentirti, rimanerti vicino
Anche solo per lo spazio di un mattino

Entrerò nei tuoi pensieri di una notte che non dormi
e sentirai freddo dentro
Entrerò dentro ad un sogno, quando è già mattino
e per quel giorno tu mi porterai con te

Se hai giocato è uguale anche se ancora fa male
Ma se hai amato era amore e non è mai un errore
Era bello sentirti e tenerti vicino
Anche solo nella luce del mattino

E se hai mentito è uguale ma ora lasciami andare
Se hai amato l’ amore non sarà mai l’ errore
E’ stato bello seguirti, rimanerti vicino
anche solo per lo spazio di un mattino...

{Raf - Non è mai un errore}


Una storia finita...


Quando finisce una storia rimaniamo attoniti, smarriti, sospesi. In realtà la fine di una storia non è mai improvvisa nè avviene per caso. L'evento scatenante può essere una piccola cosa senza importanza, ma la parola fine è il frutto di un percorso graduale ed inconsapevole, del quale percepiamo le avvisaglie, negando a noi stessi cosa stia succedendo, rifiutando l'idea che quel momento così triste stia arrivando proprio per noi.

Il più delle volte prolunghiamo stupidamente il dolore di entrambi, reiteriamo la sofferenza evitando di prendere coscienza dell'amara verità.

A guidarci è il timore del cambiamento, l'assuefazione ad uno status quo, la pallida illusione di poter ricostruire, di poter sanare, di poter ancora andare avanti insieme.

Spesso il rapporto è ormai morto da tempo, la relazione è stanca, provata dalla quotidianità, prodiga di malumori ed avara di momenti di gioia; ma noi continuiamo sordi e ciechi a percorrere un tunnel, ignari che quella luce tanto desiderata, quel piccolo spiraglio intravisto in lontananza, non sia la possibilità di riprovarci insieme, bensì l'inizio di una vita nuova, di un nuovo percorso.
Io ho provato tantissime volte a farti cambiare idea ed a nulla vale ormai la mia tardiva presa di coscienza, così come è sterile e crudele il tuo "je accuse".

Pure, sento il bisogno di ammettere le mie pecche, di farlo pubblicamente... è l'ultima carezza che ti riservo e nasce dal profondo del cuore... è il mio modo per dirti che sono cambiato, che ho compreso cosa non abbia funzionato tra noi, che mai più dopo te, ripeterò gli stessi errori.
Confesso di avere ignorato i tuoi segnali di allarme, ne prendo atto. Nel graduale lavacro della mia coscienza, ammetto gli sbagli innumerevoli commessi, prendo atto soprattutto di averti chiesto troppo.

Quante volte mi hai chiesto sostegno ed io nel più muto egoismo ho tirato avanti, come se nulla tra noi potesse mai cambiare!
Quante volte ti ho coperto di strumentali ed artificiose attenzioni volte semplicemente a farti essere più accomodante, paziente ancora per un pò.
Quante volte ho infierito su di te perchè avevo perso le staffe, incurante della tua stanchezza e dello stress che ti procuravo!

E' vero, ci sono stati momenti e giorni indimenticabili, carichi di complicità e di passione, ma il loro ricordo oramai non riesce ad alleviare il dolore che ci affligge entrambi.
Ho capito che questo giorno sarebbe prima o poi arrivato, ineluttabilmente.
Ho sperato e provato e sperato e riprovato ancora.
E' dura da ammettere ma il giorno è giunto.
E' difficile ammetterlo, riconoscere che la nostra storia è finita, ma devo farlo, devo farlo per il tuo bene, ma anche per me stesso.